Crea sito

“Keep calm and carry on”: come nasce uno slogan?

Londra è stata la città al centro del mondo per 17 giorni. Facciamo un salto indietro nel tempo e vediamo com’è nata la famosa locandina “Keep calm and Carry on”, slogan che ha fatto impazzire le agenzie pubblicitarie per molti anni, fino a diventare una moda contemporanea.

Era il 1939 quando in Inghilterra venne prodotta questa locandina per la prima volta.

Erano gli albori della seconda guerra mondiale e il governo inglese creò questo slogan (“mantieni la calma e vai avanti” è la sua traduzione) per invogliare la popolazione a rimanere serena e non farsi prendere dal panico in caso di attacco nemico.

Furono stampate due milioni e mezzo di copie, ma ne furono distribuite pochissime, nonostante l’enorme successo che ottenne.

Keep calm and carry on era la terza locandina che veniva stampata. In precedenza erano state distribuite altri due poster “Your Courage, Your Resolution Will Bring Us Victory” eFreedom is in Peril” che a differenza della terza progettata per mantenere il popolo tranquillo, erano state create per motivare le persone all’idea di nuova guerra e non  farle quindi  demoralizzare sul nascere.

La grafica è minimale ma di grande impatto. Le scritte sono grandi in maiuscolo e il colore di sfondo scelto è sempre di colori accesi; metodo migliore per farle risaltare anche da grandi distanze e mantenere l’attenzione attiva. La corona in alto al centro voleva far intendere che era uno slogan “dal re al popolo” per  creare una certa empatia nei confronti di chi lo leggeva.

Negli anni questa locandina venne dimenticata, fino al 2000 in cui venne riscoperta dalle agenzie pubblicitarie che ne fecero ampio uso per mettere sul mercato numerosi prodotti trasformandola lentamente in una moda che ancora oggi viene utilizzata fino alla saturazione completa.

La K-type ha creato uno stile tipografico (Keep Calm per l’appunto) che riproduce le lettere del manifesto.

Inoltre esistono siti che permettono di creare il proprio slogan mantenendo la grafica dell’originale dando il via alla diffusione in rete di migliaia di poster che ricalcano l’originale e creando una vera e propria moda di massa.

 

 

Tags: , , , , , , ,

No comments yet.

Leave a Reply

*

Powered by AlterVista