Crea sito

Sex and the city? Perchè no?

Metti insieme tre amici, blogger e single un sabato sera, con l’aperitivo giusto, una location con vista mare nel pieno centro della movida ed ecco che la serata si trasforma in un susseguirsi di punti ad hoc da manuale sulle relazioni interpersonali.

Ebbene sì, cosa c’è di più complicato se non quello di trovare la persona giusta, ma soprattutto far capire a quella persona che anche tu sei quella giusta?

Partiamo dall’assioma di base: perchè ci ostiniamo a cercare ossessivamente un partner e una conseguente relazione?

Penso che molte volte questa ricerca costante sia dettata da fattori estranei al voler davvero una storia sentimentale; la paura di stare da soli (siamo animali sociali non possiamo negarlo), le piccole attenzioni, l’adrenalina, l’ansia dei primi appuntamenti e delle cotte; tutti parametri estranei al voler davvero una relazione. La maggior parte delle volte ci attacchiamo morbosamente alla scusa più improbabile e ci ostiniamo a credere che quello che ci manca è un partner, senza renderci conto che stare da soli non sempre è così negativo e che forse un poco ci piace anche.

Eppure anche il single tra i più convinti lo troverai a guardarsi intorno nella speranza del colpo di fulmine al bar mentre prende il caffè, un po’ traviato dai film hollywodiani che diciamocelo,  non sono il massimo del cinismo sentimentale.

Passiamo alla fase b: non riusciamo a convincerci che stare da soli ci faccia stare bene, allora cerchiamo la persona che ci possa completare, e qui iniziano i veri disastri.

La tragicommedia la fa da padrona, situazioni fuori dai limiti del normale per riuscire ad approcciare nel modo migliore per poi finire a dirsi mentalmente che “la verità è che non gli piaci abbastanza”.

Ma sarà davvero questo il problema? O siamo noi che siamo attratti dal tipo di persona sbagliata?

Donne ammettiamolo, a noi il fascino del belloccio stronzo ci fa letteralmente andare in brodo di giuggiole, iniziamo a fare le cose più controverse per farci notare da uno che sa così tanto di essere affascinante che non aspetta altro che trovare una nuova vittima da sfruttare. E noi, che riusciamo ad avere un masochismo fuori dal comune, più ci facciamo trattar male, più riusciamo a innamorarci e inseguirli.

E i bravi ragazzi? Esistono, ci circondano, ma noi non li consideriamo, presi dal bronzo di riace che ci fa girare come delle trottole. Sarà il testosterone, sarà che non abbiamo il tempo di annoiarci, prese dai mille castelli mentali per capire il motivo per cui si sta comportando in un certo o in un’altro modo, ma a noi il bravo ragazzo passa proprio inosservato.

A questo punto però due parole per questa specie in via di estinzione va detta.

I tempi saranno cambiati, le ragazze saranno diventate più intraprendenti, con le storie della parità dei sessi e delle carriere lavorative alla pari, ma in fondo continuiamo a voler essere corteggiate e apprezzate. Pare però che il genere maschile si sia adagiato sugli allori, e che aspetti seduto tranquillo e beato che la donzella lo cerchi, ecco questo atteggiamento carissimi è sbagliato. Tornate a essere virili e a prendere il potere che è da sempre stato vostro, siamo difficili da conquistare, ma quando ci riuscite è tutto in discesa.

E basta con l’effetto del ragazzo bravo e cuscino: senza trasformarvi nei prototipi sopra citati, tirate fuori il vostro lato maschile, perchè in fondo a noi piacerà sempre stare sulle spine. Sembra il nostro hobby preferito fissare il telefono aspettando la chiamata della persona giusta, forse in cuor nostro inconsciamente ci piace anche soffrire per voi maschietti.

Siamo delle inguaribili romantiche sempre alla ricerca del brivido e della sfida, fantasticare è il nostro passatempo preferito e anche se cerchiamo in tutti i modi di trovare un motivo per convincerci che single ogni tanto è meglio, alla fine amiamo terribilmente le farfalle nello stomaco e il lieto fine.

Sex and the city in questo insegna, è indubbiamente divertente e fondamentale uscire con gli amici, svagarsi e non avere nessuna aspettativa o paranoia, ma alla fine anche le quattro amiche single e convinte si lasciano travolgere dalla passione dell’amore, e in fondo non cercano altro per tutto il tempo.

Cari compagni di sventure di ieri sera, siamo come il telefilm? Secondo me siamo anche meglio!!

 

Tags: , , , ,

2 Responses to “Sex and the city? Perchè no?”

  1. Alex Torre
    luglio 1, 2012 at 11:24 pm #

    Sostanzialmente credo, come detto nell’altro post, che il punto non sia nella ricerca di un partner l’errore, ma nella ricerca della parte “mancante” della famosa frase della mela.
    Quando si capisce che la mela non è a metà ma è intera e siamo noi l’intero frutto, si potrà apprezzare l’altra mela che ci sta a fianco.
    Ma con libertà e senza ansia.
    Non cercare il “possesso” dell’altro è l’unico modo per stare bene insieme.
    Stare bene soli è l’unica ricetta per avere la forza di lasciare l’altro libero. E quei momenti vissuti insieme saranno davvero tra due persone e non tra due parassiti di sentimenti.

    Ammazza ma che ho scritto?

    • urbantweet
      luglio 2, 2012 at 8:24 am #

      La pensiamo allo stesso modo, ma d’altronde un po’ tutti siamo coscienti di questa verità..
      Per stare bene con gli altri bisogna imparare a stare bene da soli dicono i saggi!!
      Il problema penso che sia riuscire a trovare quell’equilibrio perfetto che ti permetta di stare bene da solo e apprezzare ogni singolo minuto senza “l’ossessione” di trovare qualcuno.
      Che poi non la vedo come questione di possesso, piuttosto di presenza mentale, sapere di avere qualcuno accanto è sempre piacevole, forse ti aiuta anche a stare meglio con se stessi e ad affrontare al meglio le giornate. Non è forse anche questo lo scopo dell’unione tra due persone?
      Ti ringrazio per il tuo punto di vista, fa sempre piacere avere un’altro parere esterno.. In amore non si impara mai abbastanza!
      Oltre all’ispirazione del titolo, la citazione era d’obbligo =)

Leave a Reply

*

Powered by AlterVista